Alcuni link a prodotti e fornitori di viaggi su questo sito guadagnano Traveling For Miles una commissione che aiuta a contribuire alla gestione del sito. Traveling For Miles ha stretto una partnership con CardRatings per la nostra copertura dei prodotti delle carte di credito. Traveling For Miles e CardRatings potrebbero ricevere una commissione dagli emittenti delle carte. Opinioni, recensioni, analisi & raccomandazioni sono solo dell’autore e non sono state esaminate, sostenute o approvate da nessuna di queste entità. Per maggiori dettagli si prega di consultare le informative che si trovano in fondo ad ogni pagina.

Quando un programma di fedeltà di un hotel o di una compagnia aerea introduce una svalutazione apparentemente non necessaria, non posso fare a meno di chiedermi se davvero capiscono come stanno contribuendo a rendere la concorrenza migliore… ed è così che mi sento con Star Alliance in questo momento.

Le lounge di terza parte (a volte chiamate anche “lounge a contratto”) sono lounge che non sono gestite da una compagnia aerea o da un’alleanza globale ma, invece, sono gestite da operatori indipendenti che fanno pagare alle compagnie aeree per garantire ai loro elite un accesso gratuito in luoghi dove quelle compagnie aeree non hanno una lounge o una lounge partner da utilizzare per i loro elite.

Un paio di settimane fa abbiamo scoperto che United Airlines aveva deciso di rimuovere l’accesso alle lounge di terze parti per i membri Star Alliance Gold che viaggiano sui suoi aerei al di fuori della sua cabina di Business Class e, in una mossa che sembra sincronizzata con il passo indietro di United, Star Alliance ha ora aggiornato la sua politica di accesso alle lounge per consentire ai suoi membri di scegliere di non offrire ai membri Star Alliance Gold l’accesso alle lounge di terze parti (HT: VFTW)

Clicca per ingrandire

È interessante notare che fino a quando Star Alliance ha aggiornato la sua politica di accesso alle lounge, sembrerebbe che United stesse violando tale politica per gentile concessione del cambiamento annunciato due settimane fa.

Se Star Alliance voleva far sembrare oneworld migliore o se voleva rendere l’iscrizione a Priority Pass più attraente non avrebbe potuto fare un lavoro migliore (l’iscrizione a Priority Pass garantirà l’accesso a molte lounge di terze parti che Star Alliance Gold non è più buono per).

Mentre i flyer Sapphire e Emerald di oneworld ottengono l’accesso alle lounge in tutto il mondo indipendentemente dalla cabina in cui sono prenotati, Star Alliance sta ora effettivamente dando ai suoi membri il via libera per rifiutare l’accesso alle lounge ad alcuni dei suoi più fedeli flyer se si trovano in una località in cui le compagnie aeree Star Alliance non hanno una propria lounge.

Qual è il punto? Non posso immaginare che dare ai membri Star Alliance Gold l’accesso alle lounge di terze parti sia davvero costato alle compagnie aeree o all’alleanza una quantità significativa di denaro… quindi perché eliminare questo vantaggio?

Come dire se sarete colpiti

Se avete lo status Star Alliance Gold sarete colpiti solo se…

  • Viaggiate in Economy/Premium Economy fuori da un aeroporto o un terminal dove le compagnie aeree Star Alliance non hanno una propria lounge e…
  • Se la tua compagnia aerea è United Airlines o è una compagnia aerea che nelle prossime settimane/mesi sceglie di tagliare l’accesso alla lounge ai membri Star Alliance Gold che non viaggiano in Business Class (o superiore).

Amsterdam è un buon esempio di uno di questi luoghi – lo strumento di ricerca delle lounge di Star Alliance mostra che anche se l’aeroporto offre una lounge con il marchio Star Alliance, si trova nell’area Schengen dell’aeroporto e quindi non è molto utile per i viaggiatori che volano fuori dall’Europa.

Ci sono altre quattro lounge ad Amsterdam (2 non Schengen) che varie compagnie aeree Star Alliance usano per i loro viaggiatori d’élite…ma tutte e quattro sono lounge di terze parti/contratto e quindi non sarebbero disponibili per le elite non di Business Class Star Alliance Gold se la compagnia aerea che stanno volando sceglie di rimuovere i privilegi delle lounge di terze parti come ha fatto United.

Come aggirare questo problema

La maggior parte delle lounge di terze parti/contratto appartengono a uno o più dei grandi programmi mondiali di lounge (come Priority Pass), quindi se sei iscritto a uno di questi programmi non dipendi dalla compagnia aerea che ti garantisce l’accesso alle lounge di terze parti quando scegli di volare in una delle cabine più economiche.

Priority Pass è un vantaggio di tutta una serie di carte di credito premium negli Stati Uniti (ad esempio la Platinum Card di American Express, la Business Platinum Card di American Express e la carta Chase Sapphire Reserve) o, se non avete accesso a queste carte, si potrebbe considerare un piano di adesione preso direttamente con Priority Pass.

Nota: prima di precipitarsi ad ottenere una carta di credito con l’iscrizione a Priority Pass o di precipitarsi in un’iscrizione direttamente con Priority Pass, assicuratevi di fare una valutazione adeguata di quanto questa mossa di United Airlines/Star Alliance avrà su di voi.

Può essere che i vostri modelli di viaggio non vi portano da nessuna parte vicino a un aeroporto dove non c’è una sala dedicata alla compagnia aerea che potete usare o che tutte le compagnie aeree che volate sono civili e scelgono di non rimuovere i benefici dai viaggiatori senza una buona ragione.

Fate la vostra ricerca prima di tuffarvi.

Bottom Line

A parte il fatto di persuadere alcuni volantini ad assicurarsi di avere un’iscrizione a Priority Pass e di far sembrare i benefici dell’alleanza oneworld ancora migliori di quanto già non fossero (in confronto alla patetica offerta di Star Alliance) non sono del tutto sicuro di cosa Star Alliance speri di ottenere qui. Così non è certamente andando a essere un enorme risparmio di denaro.

È del tutto possibile che United è andato rogue con la sua decisione di rimuovere l’accesso lounge 3rd party da membri Star Alliance Gold e che l’alleanza, piuttosto che stare fino alla convenienza di uno dei suoi membri fondatori, ha deciso di cambiare le sue regole in modo che United non era più in violazione.

Se questo è il caso è un testa a testa per decidere quale è il più patetico – la compagnia aerea che continua a tagliare i benefici o l’alleanza con meno palle di un eunuco?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.