2015 Chevy Corvette Z06 - Blu
Acquistare una Corvette è un sogno condiviso da molti di noi. Fortunatamente, ci sono molti anni di modello tra cui scegliere, anche se alcuni saranno più difficili da trovare presso i rivenditori di auto usate a Lexington KY rispetto ad altri.

Ma, dato che Chevy ha sfornato Corvette dal 1953, non c’è carenza di Corvette tra cui scegliere. Ma, solo per un po’ di ispirazione e comprensione, abbiamo compilato i sette migliori modelli di Corvette, a partire dal più recente – la Corvette Z06 del 2015 di quest’anno e con alcune gemme del passato.

Leggi per qualche seria velocità e stile…

La Corvette di oggi: La Chevy Corvette Z06 del 2015

Paragonata alle altre Corvette che copriremo, l’attuale model year ha la particolarità di essere la Corvette più veloce e performante mai realizzata. Per il prezzo base di circa 80.000 dollari, tutta questa potenza potrebbe essere vostra. Dotata di un motore LT4 6,2 litri V8 sovralimentato, la Corvette Z06 del 2015 schiaccia la sfida da zero a sessanta mph in meno di tre secondi – 2,95 secondi, per essere esatti. Comandata da un cambio automatico a otto velocità, la Z06 di oggi è dotata di pneumatici ginormi e dell’esclusiva sospensione magnetica GM. In confronto al resto della classe di auto sportive del mondo, la Chevy Corvette Z06 del 2015 è una delle più veloci.

Il diavolo blu: la Corvette ZR-1 del 2009

Prima di essere superata dalla Corvette di oggi, la ZR-1 del 2009 era la Corvette più veloce che il mondo avesse mai visto. Dotata del primo motore Corvette sovralimentato di fabbrica, il motore V8 da 6,2 litri sovralimentato, che generava 638 cavalli, passava da zero a sessanta mp in 3,5 secondi. Il quarto di miglio è passato in un lampo, a soli 11,5 secondi, e la ZR-1 ha fatto tutto questo a una velocità massima di 205 mph. Quindi, se volete acquistare un potente pezzo di storia della Corvette, la Corvette ZR-1 del 2009, soprannominata “Blue Devil” da GM, è la Corvette che fa per voi.

Ispirazione per la Z06 di oggi: la Corvette C5 Z06 del 2002

Questa Corvette è considerata dagli esperti del settore come quella che ha portato il modello ai tempi moderni. Stile rinnovato, revisioni interne e tecnologia aggiornata delle prestazioni hanno reso questa Corvette C5 Z06 extra tagliente e accattivante. Dotata di un motore LS6 V8 da 5,7 litri, che era in grado di produrre 385 cavalli durante il model year 2002 prima di saltare a 405 cavalli nel 2003, questa Corvette poteva fare lo zero a sessanta in 3,9 secondi. Dato che la Z06 di quest’anno lo fa in poco meno di tre secondi, queste statistiche sono ancora impressionanti se si considera che sono passati tredici anni tra un modello e l’altro.

Un’icona degli anni ’80: la Corvette C4 ZR-1 del 1990

Negli anni ’80, la ZR-1 era la performance car – un’icona americana legata ai muscoli. Progettata da Lotus, la ZR-1 era dotata di un motore V8 da 5,7 litri, che produceva 375 cavalli, 125 cavalli in più rispetto al livello base dell’epoca. Così equipaggiata, la ZR-1 superava lo sprint da zero a sessanta in 4,9 secondi, con il quarto di miglio misurato in 13,4 secondi. Certo, i modelli più recenti hanno appena alzato la posta in gioco per quanto riguarda la velocità e la potenza, ma la spigolosa e inconfondibile Corvette C4 ZR-1 del 1990 è un’auto che vale la pena collezionare.

Un'iconica Chevy Corvette rossa

Quello stile anni Settanta: La Corvette Stingray LT-1 del 1970

Se non fosse stato per la crisi petrolifera del 1970, la Corvette C3, ispirata dal concetto Mako Shark, avrebbe certamente goduto di una corsa più lunga. Ma, prima che la questione del petrolio influenzasse le case automobilistiche a ridurre i loro motori in favore del risparmio di carburante, Chevy ha rilasciato il meglio della classe C3: la Corvette Stingray LT-1. Azionata da un motore V8 small block da 350 pollici cubici, il quarto di miglio fu conquistato in 14,36 secondi a velocità fino a 101,69 mph. Questa Corvette è una bellezza d’epoca che vale la pena rintracciare per un test drive.

Un primo per tutto: la Corvette Stingray Split Window Coupe del 1963

La prima Corvette coupé ad abbellire la scena automobilistica, la Corvette Stingray coupé del 1963 aveva un finestrino posteriore sdoppiato, ma lo fece solo per un anno prima che i problemi di visibilità portassero Chevy a toglierlo. Dotata di un motore V8 da 327 pollici cubici, la Corvette Stingray coupé del 1963 era sostenuta da 360 cavalli e anche di più, se si optava per l’iniezione di carburante disponibile. Quest’anno la maneggevolezza fu migliorata, grazie alle nuovissime sospensioni posteriori indipendenti della Stingray. Se riuscite a trovarne una, sarete in possesso di una vera Corvette da collezione.

Non la prima, ma la migliore: la Corvette V8 del 1955

Ma prima, un po’ di storia… Chevy ha introdotto la Corvette nel 1953. Costruita a mano, la Corvette originale era una cabriolet e aveva un esterno “bianco polo”, completato da un interno rosso “sportivo”. Anche se sembrava veloce, le prestazioni effettive erano un po’ fiacche, grazie in gran parte al rantolante motore a sei cilindri in linea da 235 pollici cubici che la “alimentava”.

Fortunatamente, per quelli di noi nel futuro, Chevy decise di alzare la posta e installò un motore V8 nella sua Corvette del 1955, affermandola come icona americana. Coperta dall’ormai caratteristica carrozzeria in fibra di vetro e gestita dal cambio manuale a tre velocità, la Corvette V8 del 1955 faceva da zero a sessanta miglia orarie in 8,5 secondi. Questo segnò un serio miglioramento rispetto al motore V6, che impiegava un enorme – in confronto – undici secondi per scattare da zero a sessanta miglia orarie. Gli esperti dell’industria automobilistica sono sicuri che è stata l’aggiunta del V8 rispetto al motore V6 che ha mantenuto la Corvette saldamente radicata nella formazione Chevy per oltre sessant’anni.

E il futuro sembra luminoso…

La Chevy Corvette 2016 è già specked out e sembra competitiva come sempre. La Corvette Z06 del 2016 è la prima supercar con una potenza di 650 cavalli, disponibile come coupé o cabriolet, controllata da un cambio manuale o automatico. Abbiamo un debole per la convertibile, in particolare ora che è ancora più facile da usare. Completamente elettronico, la parte superiore della Corvette Z06 2016 scende al tocco di un pulsante, situato sulla console centrale o sul portachiavi. Ancora meglio, il drop-top può essere inserito mentre si viaggia a velocità fino a 30 mph.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.