Anche nei tempi peggiori, entrare in medicina è una scommessa piuttosto sicura. Meno male, visto che la professione esiste, in una forma o nell’altra, da più di 25.000 anni.

Guarda la storia dell’essere medico, dall’età della pietra all’età dell’informazione… Si scopre che il lavoro di medico era più simile a un hobby quanto più si va indietro… Qualcuno vuole un cucchiaio chirurgico?

I “medici” preistorici: 25.000 a.C. +
I primi “guaritori” sono stati raccontati in pitture rupestri in quella che oggi è la Francia. Le pitture sono state datate al radiocarbonio fino a 27.000 anni fa e raffigurano persone che usano le piante per scopi medicinali. Questo è il primo caso registrato di ciò che alla fine si è sviluppato nella prima base di conoscenza medica, tramandata attraverso le tribù. La trapanazione – forare il cranio per alleviare il dolore, veniva fatta migliaia di anni fa con scarso successo…

Trattare come un egiziano: Chirurgia 5.000 anni fa
Non solo gli antichi egizi erano alcune delle persone più sane della Terra (Omero – di fama Odissea, non quello nell’episodio antico Egitto Simpsons – accreditato il loro sistema di assistenza sanitaria pubblica, così come il clima secco), ma gli egiziani anche eseguito alcuni dei primi interventi chirurgici registrati: canale radicolare (alcune prove suggerisce denti possono essere stati forati già 9.000 anni fa in India.) A quei tempi, essere un medico implicava la padronanza dei testi soprannaturali, oltre ad essere addestrato in anatomia e diagnosi.

“Prendi due rane e chiamami al mattino”
Circa 3.000 anni fa, gli antichi Babilonesi potrebbero essere stati i primi ad offrire prescrizioni. Gli “esperti” di salute babilonesi avevano anche un testo diagnostico che presentava una serie di sintomi e trattamenti che avevano funzionato in precedenza.

La Grecia e la culla dell’etica medica
Influenzato dalla medicina egiziana e babilonese, il famoso “medico” greco Ippocrate ha scritto il Corpus Ippocratico che è una raccolta di circa settanta opere mediche dell’antica Grecia fortemente associate a Ippocrate e ai suoi studenti. La cosa più famosa è che Ippocrate inventò il Giuramento di Ippocrate per i medici, che è ancora rilevante e in uso oggi.

Questo probabilmente non ti ucciderà…
Quando la medicina fu praticata nel Medio Oriente del IX secolo, i medici iniziarono a praticare in quelli che si potrebbero chiamare ospedali. Intorno a questo periodo, i medici generalmente sapevano come usare il catgut e il forcipe, il gesso, la legatura, l’ago chirurgico, la sega, i bisturi e il sempre calmante cucchiaio chirurgico. Fondamentalmente a questo punto, la medicina aveva più probabilità di aiutarti che di farti del male.

L’Europa medievale e le prime scuole di medicina
Il XII secolo in Italia vide la nascita delle università e delle prime scuole di medicina. A questo punto, essere un medico dipendeva meno dal “vangelo” dei testi medici preesistenti e più dall’applicazione di quei testi e di altri alle esperienze individuali del medico sul campo. La capacità di influenzare in modo affidabile la salute di un paziente era ancora hit & miss.

19° secolo e l’esplosione della scienza
Negli ultimi cento anni, i medici vennero a beneficiare dell’uso di scienze in via di sviluppo come la chimica. I medici cominciarono ad accedere ad altre discipline per aiutare a guarire i pazienti. Cominciarono anche ad attingere a molteplici sfaccettature della medicina per curare i disturbi. Tra le chicche a disposizione dei medici del XIX secolo: la conoscenza dell’evoluzione, la psichiatria, gli inizi della genetica e l’immunologia.

Basta dire sì ai farmaci: Inizia la medicina moderna
Dopo il 1920, i medici non avevano più bisogno di chiedere il permesso della chiesa prima di iniziare la loro pratica o di eseguire un intervento chirurgico. Finalmente, la prescrizione di farmaci affidabili e la penicillina cominciarono a frenare le malattie prima che fosse necessario un intervento chirurgico o altre soluzioni estreme. La chirurgia moderna stava diventando maggiorenne. L’ultima lobotomia per trattare la schizofrenia fu fatta nel 1970.

Il medico moderno
Per essere sicuri, la medicina moderna è tutto ciò che la gente si aspetta quando visita un ospedale, ma un medico moderno nel mondo sviluppato è tanto un super eroe o un personaggio di fantascienza quanto l’amichevole sawbones. La “cintura di utilità” degli strumenti a disposizione di un medico moderno include laser chirurgici e robot, imager magnetici ad alta potenza e flussi di dati in rete.

Il futuro: robot, pazienti remoti, feed di dati wireless…
Tra tecnologia e scarsità di medici attuali, è probabile che i medici futuri vedranno i pazienti in qualsiasi modo possibile: Questo potrebbe significare a distanza (dall’altra parte di uno schermo o di un robot) o come parte di un processo di catena di montaggio (gli assistenti robot fanno effettivamente la maggior parte del lavoro, con i medici che arrivano all’ultimo passo per confermare la diagnosi o eseguire la parte più difficile della chirurgia). Inoltre, la medicina sarà adattata al genoma individuale di ogni paziente, somministrata sia da apparati su scala nanometrica che da apparati delle dimensioni di uno stadio sportivo, attraverso i fusi orari e persino su altri mondi.

Non vale forse la pena fare una dozzina di anni di scuola? Se anche tu vuoi fare la storia, dai un’occhiata ai nostri lavori da medico oggi stesso attraverso il pulsante qui sotto!

Cerca lavori da medico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.