Abbiamo appena chiuso il libro del Draft NBA 2020, eppure mancano poche ore all’apertura dell’agenzia libera in tutta la lega. C’è già stata molta attività questa settimana – compresi alcuni accordi che sono caduti a pezzi e sono sotto inchiesta per manomissione illegale – e la buona notizia per Philadelphia è che sono riusciti a rimodellare il roster senza giustificare un’indagine NBA. Progresso!

Mentre aspettiamo che il resto dei pezzi vadano a posto, volevo prendermi un secondo per fare il punto su ciò che hanno in atto e su quali siano le loro necessità prima che possano mettersi al lavoro sul serio. I Sixers sono abbastanza soddisfatti di ciò che hanno già in atto, ma Daryl Morey è stato chiaro mercoledì sera su quanto sia importante questo periodo per il team esecutivo.

  • Più sui Sixers
  • Fonte: I Sixers rinunciano al giocatore a due vie Marial Shayok
  • In diretta NBA trade, free agency rumors: I Sixers potrebbero riportare Nerlens Noel?
  • Tyrese Maxey è pronto a fare tutto il necessario per vincere con i Sixers
  • Il primo draft dei Sixers di Daryl Morey ha avuto un chiaro obiettivo: completare le sue “superstar”

“Onestamente, sono le settimane più impegnative della mia vita e ovviamente una grande parte del mio lavoro e di quello di Elton si riduce a notti come questa”, ha detto Morey dopo il draft. “E nei prossimi giorni nella free agency. Quindi è come una finestra di quattro giorni in cui il nostro intero valore di speranza per la franchigia accadrà. Quindi siamo molto consapevoli di consegnare e questo richiede un’enorme quantità di preparazione.”

Io azzarderei un’ipotesi che il lavoro di preparazione è molto più grande del mio, ma ecco una rapida occhiata a ciò che è a portata di mano e ciò che potrebbe essere in cantiere.

Sguardo sul roster

Potenziali starter: Seth Curry, Danny Green, Ben Simmons, Tobias Harris, Joel Embiid

Bench: Shake Milton, Matisse Thybulle, Furkan Korkmaz, Mike Scott, Tyrese Maxey, Zhaire Smith, Terrance Ferguson

Two-way: Dakota Mathias (per Derek Bodner, The Athletic)

TBD: Isaiah Joe, Paul Reed

Alcune note sulle designazioni di cui sopra prima di iniziare, che possono cambiare rapidamente a seconda delle trattative contrattuali e così via…

– Joe è molto più vicino a un giocatore da panchina definitivo con un contratto NBA che a essere un ragazzo a due vie, secondo me. Metterlo nel secchio indefinito con Reed (che sembra un candidato più probabile per finire in un accordo a due vie) è solo una prospettiva conservativa per il momento.

– Questo esercizio presuppone che i Sixers probabilmente si muoveranno completamente da tutti (o almeno la maggior parte) dei giocatori veterani della panchina che avevano a bordo la scorsa stagione, una lista che include Alec Burks, Raul Neto, Glenn Robinson III, Ryan Broehoff e Kyle O’Quinn. Non è impossibile che uno o più di quei ragazzi ritornino, e dato che la squadra ha rinunciato alle scelte del draft per Burks/Robinson sotto la guida di Elton Brand, quei due potrebbero valere la pena di tenere un occhio più attento, dato che Brand ha ancora una quantità decente di voce in capitolo nel front office.

– L’acquisizione di Dakota Mathias tramite un accordo a due vie ha segnato la fine di Marial Shayok, che i Sixers hanno deciso di rinunciare venerdì mattina, ha detto una fonte a PhillyVoice. Una fonte della squadra ci ha detto che il secondo posto a due vie è ancora fluido, anche se il brusio sembra suggerire che Reed è il candidato più probabile.

– Senza darvi una ripartizione completa della loro situazione salariale, sappiate questo – i Sixers sono una squadra fiscale. Questo significa che nei trade sono in grado di ricevere un massimo del 125% del loro stipendio in uscita in qualsiasi affare, più 100.000 dollari. Ci sono una serie di meccanismi di cui devono preoccuparsi al momento per evitare di essere hard-capped al grembiule, un numero che sono appena sotto ora con solo 12 giocatori sotto contratto (11 se non contate ancora Green). Qualsiasi sign-and-trade, per esempio, li chiuderebbe al numero di grembiule (stimato a poco meno di 139 milioni di dollari) per il resto della stagione.

– Perché quest’ultima parte è significativa? Post-draft, i Sixers hanno improvvisamente una bella manciata di stipendi che potrebbero essere utili per trasformare alcuni giocatori di ruolo in un potenziale accordo con le stelle lungo la strada. Dare questa possibilità non sarebbe saggio, salvo che il giocatore perfetto al prezzo perfetto cada in qualche modo nelle loro mani.

Necessità: centro di riserva

Mi viene in mente una canzone della mia primissima infanzia, “The Song That Never Ends”, quando scrivo che i Sixers hanno bisogno di qualcuno che regga il forte senza Embiid in campo. Per quanto le cose cambino, rimangono sempre le stesse.

C’è una ragionevole urgenza di fare qualcosa dietro il giocatore franchigia, naturalmente. Con Al Horford in movimento verso Oklahoma City e i Sixers che hanno intenzione di rinunciare a Norvel Pelle, le prossime due opzioni per incantare Embiid sono Reed (un prospetto grezzo preso in fondo al secondo turno) e Simmons, che dovrebbe vedere il tempo lì nelle formazioni gadget ma certamente non vicino a tempo pieno.

Buone notizie per Philadelphia – il mercato è pieno di big di qualità decente. Un ragazzo che potrebbe essere nel mix per? Nerlens Noel, un draftee di Sam Hinkie che Keith Pompeo riporta avere qualche interesse da parte del nuovo regime:

Ora, dicono le fonti, c’è una reale possibilità che Noel, 26 anni, possa riunirsi con i Sixers. Le squadre saranno ufficialmente autorizzate a contattare gli agenti liberi o i loro agenti alle 18.00 di venerdì. I giocatori saranno autorizzati a firmare accordi free-agent alle 12:01 di lunedì.

Come Pelle, Noel era un favorito dei fan a Philly. Noel era anche il miglior amico di Embiid nella squadra. Inoltre, lui e l’all-star point guard Ben Simmons sono amici intimi e condividono la stessa agenzia, Klutch Sports Group. Il nuovo presidente delle operazioni di basket dei Sixers, Daryl Morey, è stato anche un fan del suo stile di gioco per qualche tempo, secondo le fonti.

Stilisticamente, Noel è qualcosa di molto diverso da Embiid che si adatta a ciò che dovremmo aspettarci che Philly faccia su entrambe le estremità. È il rim runner che la seconda unità potrebbe usare per avere successo nel pesante attacco pick-and-roll di Doc Rivers e soprattutto un rim protector con atletismo e lunghezza. Noel ha avuto alcuni problemi di maturità durante il suo primo stint con i Sixers, ma a tutti gli effetti si è stabilito come un solido backup per Oklahoma City la scorsa stagione.

Se non vogliono rivisitare l’era del processo, ci sono un sacco di uomini grandi ragionevolmente competenti sul mercato questa estate. Un aspetto positivo della transizione della lega dall’uomo grande è che i veterani grandi sono disponibili ogni anno a buon mercato. Solo alcuni nomi sul mercato questa estate che funzionerebbe in qualche forma o modo: Dwight Howard, Bismack Biyombo, Alex Len e John Henson.

(Un’opzione irrealistica di wild-card – i Sixers potrebbero convincere Marc Gasol ad essere il backup di Joel Embiid? Il 35enne avrebbe probabilmente opzioni migliori in termini di tempo di gioco e denaro, e ha rallentato un po’ negli ultimi anni, ma forse vorrebbero rivisitare l’intero accordo “Embiid impara da una nemesi” senza pagare un prezzo esorbitante per farlo.)

Necessità: marcatore/giocatore dalla panchina

Questa probabilmente finirà per essere la necessità più pressante per Philadelphia, sia che finiscano per riempirla in free agency o in una trade lungo la linea. L’attuale rotazione dei Sixers sembra un bel po’ migliore e più sensata dell’edizione 2019-20, ma hanno la stoffa di un successo in regular-season che colpisce un muro nei playoffs.

Questo riguarda tanto la parte superiore del roster quanto i ragazzi in panchina. Salvo un salto di qualità, Simmons si imbatterà in problemi di creazione nei playoff anche in questa stagione, l’inizio di un effetto domino per tutto il roster. Quando hai un creatore di fascia alta al centro delle cose, puoi permetterti di avere più giocatori limitati che li circondano, ma Philadelphia ha un bisogno più urgente di creazione dai loro giocatori di ruolo.

Aspettarsi che Tyrese Maxey sia un giocatore di alto livello dalla panchina nel primo anno è molto da chiedere, anche se penso che sia un’aspettativa giusta per lui a lungo termine. Seth Curry è in realtà un creatore migliore per se stesso e gli altri di quanto penso sia dato credito per, ma ancora una volta, chiedendo molto di lui per essere il ragazzo che rompe e collassa le difese di calibro campionato nei playoffs.

Ci sono alcuni veterani disponibili che dovrebbero essere a buon mercato e dare loro opzioni. D.J. Augustin ha perso il suo concerto di partenza per Markelle Fultz la scorsa stagione e ha visto le sue percentuali di tiro dip, ma lui è solido come una roccia di backup e potrebbe tenere giù il forte come un antipasto se qualcuno prende un colpo a breve termine. Se stiamo guardando ragazzi Doc Rivers ha preso in simpatia negli ultimi anni, Reggie Jackson ha sparato le luci fuori durante un tratto abbreviato a L.A. l’anno scorso, anche se ha alcune importanti verruche difensive.

Ci saranno quasi sempre guardie economiche disponibili che possono aiutare fuori. Shabazz Napier e Langston Galloway sono altri due giocatori che aiuterebbero un po’ la panchina. In numeri grezzi, ci sono più guardie produttive disponibili in qualsiasi momento che persone produttive che sono alte sette piedi.

Ma se volete un creatore di alto livello, probabilmente dovrete prendere la strada del commercio perché quelli buoni sono costosi in free agency. Questo potrebbe essere un bisogno “wait-and-see” che valutano alla scadenza – se il nuovo look di Philly li fa sembrare più vicini a un vero contendente, potrei vederli spingere alcune fiches per una spinta alla creazione di colpi.

Necessità: attaccante con mentalità difensiva

Le mosse offseason dei Sixers fino ad oggi hanno creato una situazione migliore per le loro grandi armi in attacco, ma hanno creato un po’ più lavoro da fare in difesa. Hanno rinforzi, ma probabilmente potrebbero usare un po’ più di massa per difendere le grandi ali che dominano il gioco oggi.

Una ragione principale: Non ci si deve aspettare che Simmons controlli costantemente il miglior giocatore dell’altra squadra. Avrà un carico offensivo significativo, non importa quale ruolo gli venga assegnato, e se si guarda alla maggior parte dei centri offensivi perimetrali della lega, non ci si aspetta che controllino costantemente l’opzione migliore dell’avversario. Nel crunch time? Certo, ma è un compito meglio suddiviso tra più giocatori.

La migliore fusione di costo e vestibilità potrebbe finire per essere Robinson III, la cui possibilità di avere un impatto sulla squadra è stata purtroppo deragliata da alcuni problemi di salute nella bolla di Orlando. Era in pista per un giorno di paga più grande con una forte prestazione iniziale a Golden State, ma i Sixers potrebbero essere in grado di aggrapparsi a lui utilizzando il loro contribuente mid-level exception.

Ancora una volta, il costo potrebbe essere il problema principale qui. Le opzioni small forward sono abbastanza abbondanti, ma quelli a buon mercato sono o obiettivi difensivi in attesa di accadere o tiratori incerti che renderebbero la vita peggiore in attacco.

Una delle migliori opzioni di difesa pura, Torrey Craig di Denver, è un free agent limitato per il quale non posso immaginare che si siederebbero e temporeggerebbero nei loro piani. Realisticamente, si potrebbe guardare a qualcuno come Kent Bazemore, che è poco spettacolare, ma un pezzo solido di profondità. Un risultato di fascia alta sarebbe Wesley Matthews, ma avrà altri contendenti che lo perseguono e ha respinto Philly una volta in passato nonostante l’interesse da parte dei Sixers.

Afferrare un altro potere in avanti non sembra che aiuterà questa situazione, sia. L’ex giocatore dei Rivers JaMychal Green è stato un nome speculativo popolare, ma ha appena rifiutato un’opzione giocatore da quasi 5 milioni di dollari ed è probabilmente alla ricerca di più soldi di quelli che i Sixers hanno da offrire. A meno che i Sixers non intendano usarlo come un ibrido quattro/cinque, e Rivers si è rivolto a lui in sguardi small-ball a volte la scorsa stagione, non sono sicuro di quanto valore avrebbero ottenuto da lui comunque. Green non offre quasi nessuna capacità di giocare un tre puro in questi giorni.

Segui Kyle su Twitter: @KyleNeubeck

Come noi su Facebook: PhillyVoice Sports

Abbonati al podcast dei Sixers di Kyle “The New Slant” su Apple, Google e Spotify

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.