Quando guardate un germoglio di cannabis, noterete che (se è cresciuto correttamente) è coperto da una coltre di formazioni cristalline chiamate tricomi.

Le teste di questi “tricomi” contengono la miscela ceppo-specifica di cannabinoidi – come il THC – che ti danno gli effetti che cerchi dalla pianta. Quindi, in altre parole, non sono le foglie della gemma che ti fanno sballare, sono quei tricomi appiccicosi e viscosi e gli oli che contengono.

Per secoli, gli intenditori di cannabis hanno perfezionato il modo di separare quei tricomi dal materiale vegetale, per concentrare la potenza dell’esperienza del fumo.

Quando gli oli dall’interno di quei tricomi sono raccolti/estratti correttamente, il prodotto finale è quello che noi chiamiamo “dab”. Un dab è una singola dose di questo olio di cannabis altamente concentrato che si vaporizza completamente quando viene applicato su una superficie riscaldata, come un chiodo di atitanio o di quarzo senza cupola. Quei vapori vengono poi inalati ad un’apotenza del 60-99% di THC, rispetto ai più alti germogli di cannabis testati in laboratorio che nella loro forma naturale potrebbero contenere il 25-30% di THC.

Guarda il nostro blog passato per uno sguardo dettagliato alle diverse consistenze che il tuo dabs può venire in.

Questi sono alcuni dei metodi di estrazione più comuni in uso oggi:

WaterHash/Ice Water Extract

Uno dei metodi più antichi di tutti, e ancora molto popolare tra coloro che sonoopposti ad avere solventi più difficili utilizzati nel loro processo. Tutto ciò che serve è cannabis, ghiaccio, acqua e agitazione. Il ghiaccio e l’acqua fredda lavorano per rompere fisicamente le teste dei tricomi dalla materia vegetale. Il tutto viene poi passato attraverso una serie di filtri a maglia molto fine che permette solo all’acqua e alle teste di tricomi desiderate di passare. L’acqua viene poi lasciata asciugare e l’hashish elaborato è praticamente pronto per il dab. Anche l’hashish d’acqua di più alta qualità tende a lasciare qualche residuo quando viene tamponato, ma l’effetto potente e naturale è molto unico e rinfrescante.

Rosina

Relativamente nuova per la scena del dabbing è la tecnologia della colofonia. La colofonia è creata con nosolventi di sorta, usando solo calore e pressione. O un bocciolo succoso, o del kief o dell’hashish selezionato, viene messo in un sacchetto a rete fine. Questo sacchetto carico viene poi posto tra due piastre metalliche a temperatura controllata che vengono premute insieme a pressioni estreme. Questo spreme gli oli dalle teste del trich e fa uscire una pozza pulita di dabs freschi.

CO2

Considerando il fatto che produciamo CO2 ogni volta che respiriamo, è un gas virtualmente non tossico. Questo lo rende molto sicuro da usare per estrarre l’olio di cannabis, quando si usa l’attrezzatura adeguata. Le temperature e le pressioni supercritiche usate da questi sistemi spesso spogliano i terpeni che possono essere aggiunti in seguito nel processo. Questo olio di cannabis appiccicoso è più spesso usato nelle cartucce per svapare, dove funziona molto bene.

BHO (ButaneHash Oil)

Probabilmente la forma più popolare, e più comune, del dab è il BHO.

Utilizzando la polarità del butano pressurizzato e le temperature estremamente fredde a cui viene erogato, gli oli sono chimicamente separati dalla materia vegetale quando il butano viene introdotto nei bud. Il butanoliquefatto e i suoi fumi associati sono molto tossici e MOLTO infiammabili, rendendo questo processo abbastanza pericoloso se non viene fatto correttamente.

Ma, supponendo che il processo stesso vada a buon fine senza incidenti o ferite, e supponendo che il butano residuo o rimasto venga spurgato con successo dall’olio estratto, il BHO può essere trasformato in qualsiasi cosa, dallo shatter, al budder, alla resina viva, e praticamente in ogni altra consistenza che la gente ama per i suoi dabs.

Un BHO corretto dovrebbe darvi una versione amplificata della forza, dell’aroma, del sapore e degli effetti del ceppo di cannabis usato nell’estrazione.

Per usare i dab avrete bisogno di alcuni accessori Dab o di una Oil Vape Pen che trovate tutti qui a The Dab Lab.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.