Cornea, membrana trasparente a forma di cupola di circa 12 mm di diametro che copre la parte anteriore dell’occhio. Tranne che ai suoi margini, la cornea non contiene vasi sanguigni, ma contiene molti nervi ed è molto sensibile al dolore o al tocco. È nutrita e fornita di ossigeno anteriormente dalle lacrime ed è bagnata posteriormente dall’umore acqueo. Protegge la pupilla, l’iride e l’interno dell’occhio dalla penetrazione di corpi estranei ed è il primo e più potente elemento del sistema di messa a fuoco dell’occhio. Quando la luce passa attraverso la cornea, viene parzialmente rifratta prima di raggiungere la lente. La curvatura della cornea, che è sferica nell’infanzia ma cambia con l’età, le dà il suo potere di focalizzazione; quando la curva diventa irregolare, causa un difetto di focalizzazione chiamato astigmatismo, in cui le immagini appaiono allungate o distorte.

Sezione trasversale dell'occhio umano
Sezione trasversale dell’occhio umano

Una sezione trasversale orizzontale dell’occhio umano, che mostra le parti principali dell’occhio, compreso il rivestimento protettivo della cornea sulla parte anteriore dell’occhio.

Encyclopædia Britannica, Inc.

Arterie e vene superficiali del viso e del cuoio capelluto, sistema cardiovascolare, anatomia umana, (Netter replacement project - SSC)
Britannica Quiz
Il corpo umano
Potresti sapere che il cervello umano è composto da due metà, ma quale frazione del corpo umano è fatta di sangue? Metti alla prova entrambe le metà della tua mente in questo quiz di anatomia umana.

La cornea stessa è composta da più strati, compreso un epitelio superficiale, uno stroma centrale più spesso e un endotelio interno. L’epitelio (rivestimento superficiale esterno) della cornea è un’importante barriera alle infezioni. Un’abrasione corneale, o graffio, provoca più spesso una sensazione di qualcosa sull’occhio ed è accompagnata da lacrimazione intensa, dolore e sensibilità alla luce. Fortunatamente, l’epitelio corneale è in grado di guarire rapidamente nella maggior parte delle situazioni.

Le fibre di collagene che compongono lo stroma corneale (strato intermedio) sono disposte in modo strettamente regolare e geometrico. È stato dimostrato che questa disposizione è il fattore essenziale che determina la trasparenza della cornea. Quando la cornea è danneggiata da un’infezione o da un trauma, il collagene deposto nei processi di riparazione non è disposto in modo regolare, con il risultato che si può verificare una chiazza opaca o una cicatrice. Se la cornea annebbiata viene rimossa e sostituita da una sana (cioè con un trapianto di cornea), di solito presa da un donatore deceduto, si può ottenere una visione normale.

Lo strato più interno della cornea, l’endotelio, svolge un ruolo critico nel mantenere la cornea dall’essere gonfiata dal liquido in eccesso. Quando le cellule endoteliali si perdono, non vengono prodotte nuove cellule; piuttosto, le cellule esistenti si espandono per riempire lo spazio lasciato. Una volta che si è verificata la perdita di un numero critico di cellule endoteliali, tuttavia, la cornea può gonfiarsi, causando una diminuzione della vista e, nei casi più gravi, cambiamenti della superficie e dolore. La perdita di cellule endoteliali può essere accelerata da un trauma meccanico o da una morte anomala delle cellule endoteliali dovuta all’età (chiamata distrofia endoteliale di Fuchs). Il trattamento può infine richiedere il trapianto di cornea.

Ottieni un abbonamento Britannica Premium e accedi a contenuti esclusivi. Abbonati ora

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.