Le malattie sessualmente trasmissibili sono alcune delle malattie più comuni che si possono contrarre. Gli studi suggeriscono che più della metà di tutte le persone avranno una malattia o un’infezione a trasmissione sessuale ad un certo punto della loro vita. Circa un adolescente su quattro contrae una STD ogni anno, e i Centers for Disease Control and Prevention stimano 19,7 milioni di nuove infezioni sessualmente trasmissibili diagnosticate negli Stati Uniti ogni anno.

Mentre le STD e le STI sembrano spaventose e possono essere incredibilmente scomode, in genere possono essere tutte trattate. Ma come si fa a sapere se si ha una malattia sessualmente trasmissibile e cosa si deve fare quando lo si scopre? Continua a leggere per scoprire cosa fare se pensi di avere una STD.

Che cos’è una STD?

Le malattie trasmesse sessualmente sono infezioni che possono essere trasmesse da una persona all’altra attraverso il sesso (orale, vaginale o anale). Mentre alcune possono essere trasmesse attraverso il contatto genitale pelle a pelle, molte si diffondono attraverso certi fluidi corporei, tra cui:

  • Sangue
  • Semen
  • Liquido pre-seminale
  • Liquido vaginale

Tutte le STD richiedono un trattamento, sebbene non tutte le STD possano essere curate.

I sintomi delle malattie sessualmente trasmissibili

I sintomi evidenti e i problemi di salute sono spesso il primo segno che qualcosa potrebbe essere sbagliato. Tuttavia, questo può essere difficile perché alcune infezioni non presentano sintomi. I sintomi STD negli uomini e nelle donne differiscono anche in base alla specifica malattia.

Alcuni sintomi comuni di STD nelle donne e negli uomini includono:

  • eruzioni cutanee
  • Dolorosa minzione
  • Volori, arrossamenti e irritazioni intorno al pene e alla vagina
  • Brufoli, verruche o piaghe intorno alla bocca, all’ano, o ai genitali
  • Urinazione dolorosa
  • Scarico dai genitali

Ogni combinazione di questi sintomi può indicare una potenziale infezione a trasmissione sessuale.

Sintomi di specifiche malattie sessualmente trasmissibili

Identificare i sintomi specifici associati a certe malattie sessualmente trasmissibili può aiutarti a capire se hai un’infezione in primo luogo.

Chlamydia

Una delle più comuni STD, la clamidia è un’infezione batterica che colpisce quasi 3 milioni di americani ogni anno. La clamidia può essere particolarmente subdola perché spesso non presenta sintomi. Ecco perché è un’infezione così comune.

La maggior parte delle persone non sa nemmeno di avere la clamidia finché non diventa grave. I sintomi della clamidia possono non presentarsi fino a diverse settimane dopo l’esposizione iniziale ai batteri, ma possono includere:

  • Dolore o bruciore durante la minzione
  • Sesso doloroso
  • Scariche vaginali giallastre che hanno un forte odore
  • Scariche acquose o lattiginose dal pene
  • Volori o tenerezza nei testicoli

Gonorrea

Un’altra STD comune, la gonorrea è un’infezione batterica. Simile alla clamidia, può non presentare sintomi evidenti, quindi la maggior parte delle persone non sa nemmeno di avere un’infezione da gonorrea. La maggior parte delle donne non avverte alcun sintomo. Negli uomini, alcuni sintomi comuni della gonorrea possono includere:

  • Bruciore quando si fa pipì
  • Testicoli doloranti o gonfi
  • Scarico dal pene che può apparire verde, giallo o bianco

Herpes

L’herpes è causato da due virus, il virus herpes simplex tipo 1 e il virus herpes simplex tipo 2. Entrambi questi virus possono rimanere nel tuo corpo per il resto della tua vita. Più della metà degli americani ha l’herpes orale, mentre 1 americano su 6 ha l’herpes genitale.

La maggior parte delle persone con l’herpes può non avere sintomi, ma uno dei sintomi più comuni sono piaghe e vesciche sui genitali e sull’ano e intorno alla bocca. Questo può anche essere accompagnato da bruciore, prurito e dolore intorno ai genitali. L’herpes causato dal virus herpes simplex di tipo 2 può anche includere sintomi simili all’influenza (febbre, mal di testa, brividi, dolori).

Epatite B

L’epatite B è un tipo di infezione del fegato causato da un virus. Se non trattata, l’epatite B può causare malattie al fegato. Circa la metà degli adulti che hanno un’infezione da epatite B non hanno mai sintomi, mentre alcuni sintomi possono sembrare un’influenza, un raffreddore o altre malattie comuni.

Questo rende facile non sapere nemmeno di avere l’epatite B. Quando i sintomi compaiono, spesso non si verificano fino a 6 settimane o 6 mesi dopo l’esposizione iniziale, rendendo ancora più difficile da individuare. Se pensi di avere l’epatite B, tieni gli occhi aperti per:

  • Jaundice
  • Sensazioni non comuni di stanchezza
  • Dolore allo stomaco e una generale perdita di appetito
  • Urina di colore scuro
  • .

  • Nausea e vomito
  • Dolori alle articolazioni

Papillomavirus umano (HPV)

HPV è la malattia a trasmissione sessuale più comune nel paese. Ci sono oltre 100 tipi conosciuti di papillomavirus umano, e circa 40 di questi possono infettare la vostra zona genitale. Quasi tutti coloro che sono sessualmente attivi avranno l’HPV ad un certo punto della loro vita.

La maggior parte dei tipi di HPV sono innocui e non presentano sintomi. Tuttavia, alcuni tipi possono causare verruche genitali (HPV a basso rischio) o addirittura il cancro (HPV ad alto rischio). L’HPV ad alto rischio generalmente non mostra alcun segno di infezione fino a quando non ha già causato gravi problemi di salute. Questo è il motivo per cui è estremamente importante fare regolarmente il test per le STD come l’HPV.

Sifilide

La sifilide è un’infezione batterica. Se non trattata, la sifilide può causare danni permanenti al sistema nervoso. I sintomi possono essere lievi e difficili da notare all’inizio. Alcune persone confondono i sintomi iniziali della sifilide con brufoli o eruzioni cutanee. La malattia avviene in fasi.

Il sintomo più importante della prima fase è una piaga chiamata “chancre” che appare dove i batteri della sifilide sono entrati nel tuo sistema. Queste piaghe possono apparire ovunque sui genitali o sull’ano e raramente intorno alla bocca. Nella seconda fase, si possono sviluppare eruzioni cutanee sui palmi delle mani e sulla parte inferiore dei piedi. Questo può essere accompagnato da lievi sintomi influenzali. Da lì, l’infezione può diventare latente per diversi mesi, ma è comunque necessario un trattamento.

Fare il test per le malattie sessualmente trasmissibili

Come puoi vedere, identificare le malattie sessualmente trasmissibili basandosi solo sui sintomi può essere difficile, considerando che potresti non avere sintomi o confondere i tuoi sintomi con altre malattie comuni. L’unico modo per scoprire veramente se hai una malattia o un’infezione sessualmente trasmissibile è fare il test.

Il test delle malattie sessualmente trasmissibili può sembrare scoraggiante o intimidatorio, ma è veloce, indolore e solitamente gratuito. Tuttavia, il test non è sempre parte di un regolare controllo, anche durante una visita ginecologica. Chiedi apertamente al tuo medico i test per le malattie sessualmente trasmissibili. Sii onesto e aperto con il tuo medico sulla tua vita sessuale per assicurarti di ottenere i giusti test STD. Alcune cose che dovresti dire al tuo medico per capire i tuoi test includono:

  • Tutti i potenziali sintomi che potresti avere
  • Il numero di persone con cui hai fatto sesso
  • Tutte le storie di STD che tu o il tuo partner potreste aver avuto
  • Quanto spesso usi la protezione

Ricorda che i medici hanno probabilmente visto tutto, quindi non essere imbarazzato. Sei responsabile e ti prendi cura della tua salute. Ti stai chiedendo come fare il test per le malattie sessualmente trasmissibili?

Il processo di test è diverso a seconda delle malattie sessualmente trasmissibili, ma la maggior parte è facile e indolore. Il test STD include:

  • Un esame fisico: Questo di solito precede la maggior parte dei test STD e coinvolge il medico che ti esamina per verruche, piaghe, eruzioni cutanee, scarico, irritazione e altri sintomi fisici.
  • Un test delle urine: Si fa semplicemente la pipì in una tazza.
  • Un test del sangue: Il medico prende un campione di sangue dal tuo braccio o una rapida puntura del dito.
  • Un tampone di guancia: Strofini un tampone intorno all’interno della tua guancia, di solito per testare l’HIV.
  • Test del dolore: Il tuo medico può prelevare campioni di liquido da vesciche o piaghe.
  • Test di scarico: Il medico può usare un tampone per raccogliere campioni di fluido dai genitali, dall’ano o dalla gola.

A volte, il medico può determinare immediatamente se hai una malattia sessualmente trasmissibile, ma la maggior parte dei test richiede da qualche giorno a qualche settimana per avere i risultati dal laboratorio. Alcune cliniche offrono anche test rapidi per l’HIV, che ti permettono di ottenere risultati definitivi in soli 20 minuti.

Cosa fare se hai una STD?

Ti arrivano i risultati del test e sono positivi. La prima cosa che devi fare è mantenere la calma. Avere una malattia venerea non è bello, e potresti sentirti imbarazzato, arrabbiato o sconvolto. Prenditi un secondo per respirare. Ricorda che starai bene e sicuramente non sei solo.

Da lì, segui gli ordini del tuo medico. Potresti aver bisogno di test di follow-up, o potresti passare direttamente al trattamento. La maggior parte delle STD possono essere facilmente trattate e curate con i farmaci, quindi puoi finire il tuo ciclo di antibiotici o altri farmaci prescritti e continuare con la tua vita.

Per le STD che non possono essere curate, il medico può prescrivere farmaci che trattano i sintomi e ti impediscono di trasmettere le STD ai tuoi partner sessuali, permettendoti di vivere una vita completamente normale.

A proposito, un passo importante da fare quando scopri di avere una STD è informare tutti quelli con cui hai fatto sesso. Questo assicura che vengano testati e trattati e previene l’ulteriore diffusione della malattia. Certo, questa non è la conversazione più facile da fare. Cercate di stare calmi e di capire che ci sono milioni di altre persone che hanno malattie sessualmente trasmissibili e che hanno anche delle relazioni.

Assicuratevi anche di fare le vostre ricerche e di parlare con il vostro medico per avere tutti i fatti. Parla anche con il tuo partner in un buon momento. Scegliete un momento in cui non sarete distratti o interrotti, e trovate un posto comodo e privato. Soprattutto, non inserire alcun tipo di colpa o senso di colpa nella conversazione.

Ricorda che la maggior parte delle persone prenderà una malattia sessualmente trasmissibile almeno una volta nella vita, e milioni di persone stanno vivendo con le malattie sessualmente trasmissibili proprio ora. Se hai problemi ad affrontare la situazione, attingi al tuo sistema di supporto. Appoggiarsi al partner, agli amici più stretti e ai membri della famiglia può aiutare ad alleviare le ansie. Non migliorerai preoccupandoti. Dovresti anche considerare la possibilità di trovare un consulente, un terapeuta o un gruppo di supporto che ti aiuti a lavorare sui tuoi sentimenti.

PlushCare fornisce test approfonditi e cure esperte per tutti i pazienti. Il nostro team di medici esperti può fornire diagnosi, trattamento e prescrizioni per una vasta gamma di malattie sessualmente trasmissibili. Se pensi di avere una STD o ti stai chiedendo come capire se hai una STD, prenota un appuntamento con uno dei nostri medici oggi stesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.