Definizione di bioedilizia

La bioedilizia, come definita dall’International City/County Management Association (ICMA), è un approccio integrato alla progettazione e alla costruzione di ambienti di vita e di lavoro sani, confortevoli, economici ed ecologici. Le pratiche dell’edilizia verde si concentrano principalmente sullo sviluppo di siti sostenibili, sull’aumento dell’efficienza idrica ed energetica, sulla riduzione dei rifiuti e delle emissioni, sull’uso di materiali da costruzione ecologici e sul miglioramento della qualità ambientale interna in modo più efficiente rispetto ai progetti convenzionali.

La stazione sperimentale DuPont di Wilmington

La stazione sperimentale DuPont di Wilmington ha ottenuto la certificazione LEED Existing Building dal U.S. Green Building Council, Fonte: DuPont

Edifici commerciali e residenziali inefficienti dal punto di vista energetico hanno portato a crescenti preoccupazioni ambientali che hanno un impatto negativo sulla sostenibilità della comunità. Secondo un rapporto della U.S. Energy Information Administration (EIA), questi edifici sono responsabili di un terzo delle emissioni di gas serra negli Stati Uniti, oltre a circa un terzo dell’energia e due terzi dell’elettricità. Attraverso un approccio integrato, i governi locali hanno l’opportunità di cambiare il modo in cui operano gli edifici, favorendo lo sviluppo economico, proteggendo l’ambiente e promuovendo le basi per una comunità sostenibile.

Indietro alle pratiche di bioedilizia | Avanti ai principi guida delle pratiche di bioedilizia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.