Una delle più grandi ironie di quest’epoca è che mentre vari gadget come smartphone e netbook ti permettono di fare multitasking, sembra che tu non riesca mai a fare le cose. Siete intrappolati nella trappola degli impegni. C’è semplicemente troppo lavoro da fare in un giorno che a volte ci si ritrova esausti con dei compiti mezzi finiti.

Il problema sta nel come mantenere alto il nostro livello di energia per assicurarsi di finire almeno uno dei compiti più importanti della giornata. Semplicemente non ci sono abbastanza ore in un giorno e non è possibile essere produttivi per tutto il tempo.

Hai bisogno di più della gestione del tempo. Hai bisogno di una gestione dell’energia

Disperdi l’idea che devi essere una “persona mattutina” per essere produttivo

Quante volte hai sentito (o letto) questo consiglio – svegliati presto per poter svolgere tutti i compiti a portata di mano. Non c’è niente di sbagliato in questo consiglio. In realtà puzza di buon senso – inizia presto, finisci presto. Il fatto è che la tecnica da sola non funziona con tutti. Soprattutto non con le persone che non sono allodole mattutine.

Pubblicità

Lo so perché una volta mi sono illuso di essere più produttivo se mi alzo dal letto alle 6 del mattino. Lavoro a tempo pieno come redattore per un’agenzia di stampa, mentre allo stesso tempo mi occupo della mia attività secondaria come stratega di content marketing. Sono anche una blogger di viaggi e oh sì, dimenticavo, ho anche una vita.

Leggo un sacco di libri e blog sulla produttività alla ricerca di modi per sfruttare al meglio le mie 24 ore. La maggior parte delle storie sulla produttività sottolineano il fatto di svegliarsi presto. Così ho fatto – e sono stato un grande fallimento in quel settore – sia nel svegliarmi presto che nel finire presto.

Determinare le tue “ore di punta”

La gestione dell’energia inizia con la ricerca delle tue ore più produttive in un giorno. Entrare in sintonia con l’orologio del tuo corpo non avverrà istantaneamente, ma c’è un modo per farlo.

Monitorare le tue abitudini lavorative per una settimana ed elencare le ore in cui sei riuscito a fare più lavoro. Prendi nota anche di come ti senti in quelle ore – ti senti energizzato o letargico? Monitorate questo e troverete un modello in seguito.

Pubblicità

Il mio esperimento di essere un’allodola mattutina ha dimostrato che ignorare l’orologio del mio corpo e fare semplicemente disciplinandomi a svegliarmi prima delle 8 del mattino mi spingerà ad essere più produttivo. Ho pensato che scrivendo i post del blog e altri rapporti al mattino avrei finito per mezzogiorno e avrei usato la mia pausa pranzo per una rapida sessione di palestra. Questo non è mai successo. Ero assonnato, distratto e non riuscivo a scrivere jack prima delle 10 del mattino

In effetti quello era un esperimento che non avrei dovuto provare perché avrei dovuto saperlo meglio. Dopo tutto, ho scritto per vivere negli ultimi 15 anni, e ho osservato più volte che scrivo di più – e meglio – nel pomeriggio e la sera dopo cena. Sono un nottambulo. Potrei anche accettarlo e lavorarci intorno.

Di recente, ero così eccitato da una certa idea che – anche se sono tornato a casa stanco dal lavoro – ho tirato fuori il mio netbook, ho scritto e pubblicato un post di 600 parole entro le 11 di sera.

Blocca quelle ore ad alta energia

Una volta che hai un senso di quel tempo ad alta energia, puoi poi modellare il tuo programma in modo che gli altri tuoi compiti meno importanti siano programmati prima o dopo questo tempo produttivo designato.

Pubblicità

Blocca nel tuo calendario e usa le ore ad alta energia per i tuoi compiti ad alta priorità – specialmente quelli che richiedono più della tua energia mentale e concentrazione. Devi anche usare queste ore per qualsiasi compito che ti porterà più vicino all’obiettivo della tua vita.

Se sei una persona mattiniera, potresti voler programmare la maggior parte delle riunioni di lavoro prima dell’ora di pranzo, perché è importante per mantenere la tua mente acuta e concentrata. Ma nulla è fissato nella pietra. A volte devi sacrificare quelle ore produttive per occuparti di altre cose personali – come se tu o i membri della tua famiglia siete malati o se devi partecipare alla laurea di tuo figlio.

Detto questo, ricordati solo di tenere questi orari produttivi sul tuo calendario. Potete concedere alcune eccezioni, ma attenetevi a questo programma il più possibile.

Non c’è un modo giusto o sbagliato di usare questa tecnica di gestione dell’energia, perché tutto dipende dalle vostre circostanze personali. Quello che devi ricordare è che devi accettare quello che funziona per te – e non quello che altri guru della produttività dicono che dovresti fare.

Pubblicità

Comprendere il tuo orologio corporeo è la chiave della gestione del tempo. Senza di esso, si finisce per esaurirsi inseguendo un ciclo infinito di compiti e frustrazioni.

Featured photo credit: Collin Hardy via unsplash.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.