Se sei incappato in questo articolo, forse stai cercando di costruire una macchina generatrice di lead magra e cattiva.

Generare lead può richiedere molto tempo.

Per fortuna, non c’è carenza di grandi strumenti di generazione di lead B2B che puoi usare. In questo post, esamineremo alcune delle migliori scelte, tra cui:

  • Che cos’è il software di generazione di lead?
  • Come faccio a trovare i migliori lead B2B?
  • 24 migliori strumenti di generazione di lead B2B

Cos’è il software di generazione di lead?

Il software di generazione di lead si applica a qualsiasi strumento che rende più facile generare nuovi lead.
Alcune categorie di software di generazione di lead includono, ma non sono limitate a:

  • CRM – come HubSpot CRM e Pipedrive
  • Prospecting – come Clearbit e Leadfeeder
  • Data / Lead enrichment come Hunter.io e RocketReach
  • Marketing automation – come HubSpot Marketing Cloud, ManyChat, e Clickfunnels
  • Landing page builders – come Unbounce e Leadpages
  • Opt-in forms – come OptinMonster e Sumo
  • Canali di Paid Advertising – come Google Ads e Linkedin Ads
Quale dei seguenti strumenti di lead generation b2b stai usando?

Come faccio a trovare i migliori lead B2B?

Il modo migliore per trovare lead B2B è lavorare a ritroso dal tuo cliente ideale. Quando sai chi è il tuo cliente ideale dal suo titolo di lavoro, le responsabilità chiave, e dove frequenta on e offline fino ai suoi obiettivi e punti dolenti, sarà più facile costruire una lista di potenziali clienti che hanno attributi simili.

24 Best B2B Lead Generation Tools

Dai CRM e software di arricchimento dei lead ai costruttori di landing page e canali pubblicitari a pagamento, stiamo guardando i migliori strumenti consigliati per la generazione di lead B2B.

  1. Pipedrive
  2. HubSpot CRM
  3. HubSpot Marketing Cloud
  4. SharpSpring
  5. Clearbit
  6. RocketReach
  7. Google Ads
  8. Adroll
  9. GetResponse
  10. FindThatLead
  11. Hyperise
  12. ClickFunnels
  13. LeadPages
  14. Unbounce
  15. Linkedin
  16. Linkedin Sales Navigator
  17. Linkedin Ads
  18. Meetup
  19. Opt-in Form Builders
  20. Cleverly
  21. Octopus
  22. Lead Forensics
  23. Outfunnel
  24. ReachStream

Pipedrive

“Il mio strumento preferito di lead generation B2B è Pipedrive perché mi incoraggia ad agire per sviluppare gli affari,” dice Bruce Harpham di SaaS Marketing Services. “È fantastico usare un altro strumento per acquistare lead B2B. Tuttavia, alla fine è necessario utilizzare uno strumento di outreach e di monitoraggio per rimanere in cima a quegli affari”.

pipedrive

Kimberly Smith di Clarify Capital aggiunge: “Abbiamo avuto una fantastica esperienza utilizzando Pipedrive per la generazione di lead. Usando la funzione aggiuntiva LeadBooster di Pipedrive, siamo in grado di semi-automatizzare alcuni dei nostri processi di lead generation. Usiamo le funzioni Chatbot e Live Chat, che aiutano a snellire i processi interni e a far risparmiare tempo ai nostri rappresentanti di vendita. È un bel mix ibrido di automazione per gli aspetti in cui non c’è un chiaro valore aggiunto dall’interfaccia umana diretta, senza lasciare la comunicazione interamente a un’applicazione.

Come piccola impresa, è importante essere in grado di ridurre gli sprechi e aumentare la produttività senza eliminare la connessione personale e umana unica per la nostra azienda e le sue dimensioni. Pipedrive ci consente l’efficienza operativa di cui abbiamo bisogno per prosperare senza togliere la costruzione di relazioni e la genuinità che consideriamo fondamentali per la nostra azienda”.

Nota del redattore: Hai bisogno di concentrarti sui tuoi KPI di vendita? Il layout semplice di questo Pipedrive CRM: il cruscotto delle performance delle vendite ti permetterà di avere una panoramica delle performance delle tue vendite con facilità in un unico posto.

Pipedrive CRM: dashboard delle performance delle offerte

HubSpot CRM

“Consiglio di usare HubSpot”, dice Deepak Shukla di Pearl Lemon Sales. “Non solo ha un’interfaccia fantastica che traccia automaticamente i lead e ti tiene aggiornato – ha anche un CRM gratuito disponibile!

HubSpot CRM

Joe Czarniecki di Efferent Media dice: “HubSpot è veramente uno dei migliori e più robusti strumenti di lead generation B2B. Molti vengono un po’ sopraffatti quando iniziano a usare HubSpot a causa del robusto set di strumenti all’interno del loro dashboard.

Con HubSpot, puoi dimenticare di usare più strumenti diversi per tutti i diversi aspetti dei tuoi sforzi di marketing come l’email marketing, la programmazione dei contenuti dei social media, la creazione di landing page, il software di monitoraggio, il CRM, gli strumenti di automazione, e un enorme set di integrazioni che possono essere utilizzate per cose come il monitoraggio e la registrazione delle chiamate.”

Alex Birkett di Omniscient Digital aggiunge: “Sul livello freemium, hai già accesso a tutti gli strumenti necessari per eseguire una campagna di lead generation dall’inizio alla fine – un gestore di annunci, un costruttore di landing page, moduli di cattura di piombo, email marketing e automazione di base. Diventa abbastanza potente sui livelli a pagamento, però, quando si può attingere all’automazione avanzata, al test A/B, ecc. Mi piace che tutto è su una piattaforma e tutto si sincronizza con il CRM”.

Nota del redattore: il modello di cruscotto di HubSpot CRM fornisce approfondimenti sulle offerte e sulle pipeline di vendita, che vi aiuterà a monitorare e far crescere le vostre pipeline.

HubSpot CRM dashboard template

HubSpot Marketing Cloud

“Hubspot perché ci dà così tante preziose informazioni su quali dei nostri post del blog e delle landing page generano il maggior traffico in entrata e i visitatori ripetuti”, dice Jake Rheude di Red Stag Fulfillment. “Questi dati ci hanno aiutato a dettare la nostra strategia di contenuto e a formulare nuove idee per gli articoli in base a ciò che sembra attirare più visitatori. Hubspot ha reso molto più facile per noi tracciare e gestire questo aspetto del nostro contenuto”.

Oliver Andrews di OA Design Services dice: “Quando sei pronto a scalare e vuoi una visione più unificata della tua attività di lead generation, Hubspot è la strada da seguire. Poiché hanno ampliato la loro linea di prodotti da strumento di marketing a piattaforma di marketing, vendite e supporto, offre strumenti di generazione di lead fino alla fine del customer journey. Ma anche iniziando con alcuni degli strumenti di marketing e di vendita gratuiti aiuterà ad aumentare i vostri sforzi di lead generation b2b nel 2020.”

Mike Tatum di Kinsta aggiunge: “Vedo un CRM e un sistema di automazione del marketing come il nucleo di ogni programma di lead generation, e amo HubSpot perché è forte in entrambe queste aree. HubSpot ha un raro mix di potenza e facilità d’uso che la maggior parte dei CRM e degli strumenti di automazione del marketing non hanno.

Quello che gli dà davvero il vantaggio su molti altri strumenti là fuori è che rende la collaborazione tra marketing e vendite senza soluzione di continuità. Ho visto ogni azienda B2B di successo, il tratto comune è sempre che il marketing e le vendite sono sempre sulla stessa pagina e stanno agendo sulle stesse informazioni in tempo reale, e questo è ciò che HubSpot ti permette di fare”.

Per esempio, Mariana Godsen di Remotish dice: “In HubSpot, possiamo impostare una varietà di regole per mostrare il bot su determinate pagine del sito web ed escludere un gruppo specifico di persone a seconda di ciò che il bot serve. Per esempio, è possibile impostare delle regole per non mostrare il bot ai visitatori di un paese specifico o di una certa fase del ciclo di vita. Amo i bot perché ci permettono di raccogliere dati 24/7 e indirizzare i nostri lead al posto giusto, come un pezzo di contenuto, il link della riunione di un membro del team, e fare le domande di cui abbiamo bisogno per qualificare un lead e risolvere il suo problema più velocemente. La cosa che preferisco di questo strumento in HubSpot è la flessibilità di impostare il bot per una varietà di situazioni e bisogni del visitatore in modo efficiente”.

Nota del redattore: Se usi HubSpot Marketing Cloud, questo modello gratuito di dashboard HubSpot Marketing è ottimo per vedere gli approfondimenti sul traffico e sui lead.

Hubspot Marketing Template

SharpSpring

Un’alternativa a HubSpot è Sharpspring.

SharpSpring

“Questa è una soluzione di automazione del marketing con un CRM integrato”, dice Mark Lennon di Espresso B2B Marketing. “Fornisce il database centrale per tutte le attività di vendita e di marketing. Tiene anche traccia di tutto: visitatori anonimi del sito web, lead, contatti, opportunità e vendite. Fornisce anche un imbuto di vendita, lead scoring, analisi di marketing, email marketing, moduli web, pianificazione dei post sui social media, flusso di lavoro e automazione, e tonnellate di altro”.

Nota del redattore: Questo modello di dashboard di SharpSpring vi fornisce gli approfondimenti del rapporto sulle prestazioni di vendita, che vi aiuterà a monitorare e a far crescere le vostre vendite.

Modello cruscotto SharpSpring

Clearbit

“Il mio strumento preferito di generazione di lead B2B è Clearbit”, dice Alex Kaschuta di Fundsquire. “Le integrazioni sono fluide, il database è enorme, e l’arricchimento dei dati che forniscono ci aiuta davvero a prendere la decisione migliore sul targeting. Se non si vuole pagare per tutti i nove metri, l’estensione chrome può funzionare bene anche per i piccoli team di vendita”.

Clearbit

Adam Corey di Podable aggiunge: “La tripletta per la generazione di lead è Clearbit, Intercom e Outreach.io. È possibile identificare e coinvolgere il traffico anonimo del sito web con chat onsite, chiamate personalizzate all’azione, e anche innescare campagne di outreach di follow-up”.

RocketReach

“Strumenti come RocketReach e Hunter.io rendono facile trovare i dettagli di contatto personali dei decisori chiave e valgono ogni centesimo”, dice Dror Wayne.

RocketReach

“Google Ads per la lead generation è ancora un modo eccellente per ricevere lead di alta qualità”, dice Alexandra Zamolo di Beekeeper. “Con tutta la tecnologia di Google e la loro capacità di mostrare gli annunci ai consumatori che potrebbero essere interessati a quei prodotti o servizi, è un modo eccellente per assicurarsi di non passare al setaccio un mucchio di lead che non si trasformeranno in conversioni.

google ads dashboard

Myles Daniel di Sell My House Fast Greenville dice: “Google Ads è la mia fonte preferita di lead generation B2B. Quasi tutti dipendono da Google per le risposte. Quando i miei clienti cercano qualcuno come me, di solito digitano parole chiave su Google, e il mio annuncio è proprio davanti a loro. È uno strumento di marketing affidabile, coerente e, soprattutto, prevedibile”.

Charlie Worrall di Imaginaire aggiunge, “Imparando le migliori pratiche, siamo in grado di attuare queste strategie da soli, il che significa che abbiamo un migliore controllo su ciò che stiamo facendo e quanto stiamo spendendo. È anche una piattaforma semplice da usare per noi, il che significa che possiamo navigare e fare cambiamenti semplicemente. Tuttavia, avere un consulente che conosce i pro e i contro sarà sempre utile”.

Cyrus Yung di Assun Motor è d’accordo, “Una volta che siamo classificati organicamente per le nostre parole chiave di prodotto mirate, vogliamo mostrare 2 risultati al nostro pubblico target per dominare i risultati di ricerca.

Abbiamo mirato solo alle frasi e al tipo di corrispondenza esatta su Google Ads, e abbiamo continuato ad aggiungere le parole chiave negative che non sono rilevanti.”

Nota del redattore: Stai cercando di tenere d’occhio le tue campagne Google Ads? Usa questo modello gratuito di Google Ads Dashboard per analizzare le tue campagne, gruppi di annunci, parole chiave e impegni per migliorare il tuo ROI.

Google Ads Dashboard

Per esempio, Robert Katai di Bannersnack dice: “Se vuoi generare lead facilmente, hai solo bisogno di creare un’estensione del modulo lead e assegnarlo ai tuoi annunci utilizzati nelle campagne di ricerca, YouTube o Discovery.

Sarà anche disponibile nelle campagne Display più tardi quest’anno. Questa estensione può generare lead di alta qualità perché puoi mostrare un modulo lead direttamente nei tuoi annunci, che hai caricato nelle tue campagne ben mirate.

In questo modo offri al tuo pubblico un modo semplice per condividere informazioni mentre cercano, scoprono o guardano contenuti rilevanti. Puoi chiedere al tuo pubblico informazioni riguardanti nome, email, telefono, codice postale, città, stato, paese, nome della società, titolo di lavoro, email di lavoro o telefono di lavoro.

Oltre a questo, c’è un’opzione per aggiungere domande al tuo modulo. È possibile scegliere tra domande preimpostate basate sul settore. Per esempio, nel caso del B2B, puoi scegliere tra le seguenti domande:

  • Quali sono le dimensioni della tua azienda?
  • Qual è il tuo volume annuale di vendite?
  • Quanti anni sei stato in attività?
  • Qual è il tuo dipartimento di lavoro?
  • Qual è il tuo ruolo lavorativo?

Perché il tuo obiettivo non è semplicemente generare dei lead e vuoi che questi lead siano convertiti in vendite, devi collegare i lead convertiti alle tue campagne. Google Ads ti offre la possibilità di utilizzare un webhook per gestire i lead raccolti. Per questo, puoi usare Zapier, che ti offre la possibilità di collegare le estensioni del modulo di lead di Google e i webhooks alle tue app di email marketing, automazione del marketing e CRM. Questo è un grande aiuto quando si tratta di automatizzare il processo di lead nurturing”.

Adroll

 setup di Adroll

“Adroll è il mio preferito perché, con Adroll, è senza sforzo per il mio team trovare il pubblico target e anche creare esperienze cross-channel che ci permettono di mantenere i clienti”, dice Jigar Agrawal di eSparkBiz Technologies. “Ci permette anche di misurare le nostre prestazioni e gli impatti a lungo termine”.

GetResponse

get response tool

“Come digital marketer, ho provato ActiveCampaign in passato, e attualmente, uso GetResponse, che è il mio strumento preferito di lead generation B2B”, dice Chuks Chukwuemeka di DepreneurDigest. “Lo preferisco perché è facile da navigare e offre tutte le funzioni avanzate di cui ho bisogno per generare lead di qualità”.

FindThatLead

FindThatLead

“Il mio strumento preferito per generare lead è FindThatLead”, dice Dima Suponau. “Lo sto usando da un po’ di tempo con ottimi risultati. Amo l’interfaccia semplice e l’uso intuitivo e facile da usare. Adoro condurre le mie campagne email attraverso FindThatLead perché è così facile e altamente efficace. Mi permette di trovare indirizzi e-mail, sia per l’intero dominio che per il nome, in un batter d’occhio. Ha una funzione di verifica dell’e-mail che aiuta immensamente. Lo strumento Prospector aiuta a trovare lead molto specifici”.

Hyperise

Hyperize

“Abbiamo scoperto recentemente Hyperise, che è uno strumento incredibilmente figo”, dice Katheriin Liibert di Outfunnel. “Puoi usarlo per iper-personalizzare il tuo sito web, aggiungere immagini personalizzate nelle tue email su scala, e altro ancora, senza alcuna codifica. È davvero qualcosa che farà risaltare il tuo lead gen”.

ClickFunnels

ClickFunnels

“Usiamo ClickFunnels per creare funnels di vendita ottimali e un portale di appartenenza facile da usare in modo da poter attrarre e mantenere efficacemente i membri della comunità e i clienti nuovi ed esistenti”, dice Grant Bartel di Top Digital Real Estate. “Una delle qualità più preziose che ClickFunnels ci offre è la capacità di automatizzare tutti i nostri processi di vendita e di marketing back-end e la possibilità di tracciare facilmente le analisi. Questo libera una tonnellata del nostro tempo e ci dà le intuizioni di cui abbiamo bisogno per migliorare il nostro business.”

LeadPages

“Se vuoi aumentare l’efficienza nella creazione di un’esperienza di lead generation per tutte le tue campagne, LeadPages è uno strumento affidabile che puoi usare”, dice Dennis Bell di Byblos Coffee.

Lead Pages

“LeadPages è il mio strumento preferito per la lead generation B2B. Ha una funzione drag-and-drop che mi rende facile creare landing page attraenti e facili da usare per il mio sito web, il che mi aiuta a convertire il traffico in lead. Sto usando LeadPages perché si integra bene con Facebook Ads per incanalare gli utenti direttamente sulle mie landing page.

Ho tutto quello che mi serve per creare una landing page personalizzata che si adatti alle esigenze del mio marchio. Ci sono un sacco di opzioni di modelli tra cui scegliere per aumentare il coinvolgimento con le mie landing page. Attraverso l’uso di Leadbox e CTA pop-up, indirizza il traffico al mio sito web, che aiuta a chiudere più vendite per il mio business.

Generare lead B2B non è facile. Richiede molto tempo, impegno e risorse. LeadPages renderà il processo di conversione dei visitatori il più semplice possibile. Progettando bene le tue landing page, convertire i visitatori sarà molto più facile.LeadPages”

Unbounce

“Uno dei miei strumenti software stand-alone preferiti per la lead generation deve essere Unbounce”, dice James Canzanella di IMNights. “Oltre ad avere un prezzo giusto, pongono una grande enfasi sulla conversione di più con le landing page che si creano”.

Unbounce

In generale, questo strumento è un gioco da ragazzi quando si tratta di iniziare, mettere insieme le landing page e applicare funzioni aggiuntive per aiutare ad aumentare le conversioni ancora di più, come l’uso di popup e barre appiccicose”.

Johan Hajji di Upperkey aggiunge: “Per quanto riguarda la costruzione di landing page, penso che sia il miglior strumento sul mercato ora. Amo la sua semplicità e il fatto che posso costruire una landing page o popup efficiente molto rapidamente. Il loro costruttore e editor drag and drop è superbamente intuitivo e facile da usare.

Apprezzo anche la funzione di test A/B perché il marketing basato sui dati è la strada da percorrere. Usandolo, posso vedere esattamente cosa funziona e cosa deve essere corretto. Le analisi e le intuizioni che fornisce sono approfondite e inestimabili per me. Mi piace anche la loro caratteristica unica di traffico intelligente, che mi dice i dettagli su ogni lead, come la loro posizione e il dispositivo che stanno usando”.

Linkedin

“Il mio strumento preferito per la lead generation è LinkedIn”, dice Irene Lopez di Online Optimism. “Mentre la pubblicità su LinkedIn ha i suoi meriti, utilizzare LinkedIn come un modo per connettersi con individui che la pensano come me è ciò che separa la piattaforma dal resto. Gli utenti utilizzano LinkedIn per costruire la consapevolezza di se stessi e del loro marchio per connettersi meglio con le persone nel loro settore”.

Nota del redattore: Usate questo LinkedIn Ads: Ads performance dashboard per una panoramica di alto livello delle vostre prestazioni Linkedin Ads, in modo da poter monitorare il ROI.

 LinkedIn Ads: Ads performance dashboard

Linkedin Sales Navigator

Se sei un power user di Linkedin, potrebbe essere utile investire in Linkedin Sales Navigator.

LinkedIn Sales Navigator

Brian Cairns di ProStrategix Consulting dice, “LinkedIn Sales navigator ha lavorato meglio per noi. La sua capacità di mirare è la risorsa vincente per noi”.

Ci sono così tante opzioni che è un’ottima soluzione B2B. La capacità di inviare direttamente messaggi ai potenziali clienti è anche una grande caratteristica.

Il lato negativo di LinkedIn è che è tutto manuale – supponendo che tu segua le loro politiche. Molti non lo fanno, ma abbiamo scoperto che la personalizzazione è la chiave per vincere su LinkedIn. Anche se è molto dispendioso in termini di tempo, ha dimostrato di valere lo sforzo”.

Matthew Stormoen di Mobibi, Inc. concorda: “Il mio strumento preferito per la generazione di lead B2B è LinkedIn, in particolare il LinkedIn Sales Navigator.

È molto comodo da usare, soprattutto se si è già sulla piattaforma.

Per un fondatore di una startup come me che potrebbe destreggiarsi tra più ruoli (inizialmente mi occupavo anche della lead generation per la mia startup, Mobibi), LinkedIn Sales Navigator è stato utile per trovare, salvare ed entrare in contatto con i lead, siano essi potenziali investitori o early adopters della nostra piattaforma di content marketing. Attualmente stiamo ancora usando LinkedIn Sales Navigator per trovare, salvare ed entrare in contatto con i lead. È stato un salvavita, soprattutto nel contesto della pandemia globale”.

Jonathan Aufray di Growth Hackers Marketing aggiunge: “Quando ci si rivolge ai lead su LinkedIn, bisogna prima costruire una relazione. Non siate subito troppo venditivi. È importante costruire una relazione presentandosi. Interessatevi ai vostri contatti, facendo domande, condividendo con loro contenuti interessanti e utili”.

Una volta che hai costruito un rapporto, saprai con cosa lottano e se hai la soluzione giusta per loro. Non siate venditivi se non siete adatti o corrispondenti a ciò che stanno cercando. Potrebbero invece guidarti verso le persone giuste con cui connetterti”.

Linkedin Ads

“Il mio strumento preferito di lead generation B2B è a mani basse LinkedIn Ads”, dice Nada Pupovac di No Bounds Digital. “Molti potrebbero sostenere che è costoso, ma la qualità dei lead che arrivano e si convertono in clienti paganti ne vale la pena. Almeno questo è quello che mi dice la mia esperienza.

Se fai i tuoi compiti a casa per conoscere chi è la tua buyer persona e poi metti uno sforzo per impostare il targeting giusto (insieme alla copia dell’annuncio accattivante, l’immagine e la pagina di destinazione), dovresti aspettarti il successo.

Il tasso di conversione da lead a clienti può essere piuttosto alto. Siamo stati in grado di raggiungere un tasso di conversione da lead a clienti del 50% per un cliente che ha lottato per attrarre e convertire lead di qualità con altri canali solo pochi mesi prima di iniziare a lavorare con noi.

Andrea Loubier di Mailbird dice: “Gli annunci a pagamento sono ancora uno dei modi migliori per generare lead e, allo stesso tempo, qualificarli. Con i posizionamenti mirati degli annunci, siamo in grado di raggiungere una specifica demografia, una posizione geografica, o numerosi altri potenziali clienti.”

Tiffany Lewis di More Meaningful Marketing aggiunge: “Hai l’opportunità di diventare davvero di nicchia nel tipo di attività a cui stai cercando di commercializzare e fornire una soluzione per un problema specifico che una società potrebbe avere.

Meetup

Meetup

“Un po’ fuori dagli schemi, ma a seconda del settore, Meetup può essere un ottimo modo per generare lead B2B”, dice Yasmeen Kaur di Chemcare.

“Puoi sempre trovare eventi o meetup nella tua zona relativi alla tua nicchia. Puoi scegliere di contattare un organizzatore e diventare uno speaker per metterti di fronte a un pubblico che ascolta. Un’altra opzione è quella di iniziare un evento da soli e renderlo un viale per condividere l’opportunità che stai offrendo e aumentare la consapevolezza.

Assicurati, però, di non vendere solo i tuoi prodotti o servizi, ma anche di fornire valore – cerca altri oratori con cui il pubblico possa impegnarsi”.

Moduli opt-in

Janice Wald di Mostly Blogging dice: “Il mio strumento preferito per generare lead è il mio modulo opt-in. Hai bisogno di un modulo per generare lead.

Una volta che le persone compilano il tuo modulo, sono sulla tua lista, e puoi contattarle. Tu possiedi la lista, quindi hai la pace della mente sapendo che hai le email qualsiasi cosa accada.

Sul modulo optin, fai sapere alle persone cosa ottengono per la firma, il che ti fa ottenere ancora più contatti. I venditori di e-mail ti permettono di mettere il modulo sui tuoi post, nella tua barra laterale, e anche sui siti di social media come Facebook”.

Per esempio, sono disponibili molti diversi costruttori di moduli, tra cui OptinMonster, JotForm, Sumo e RightMessage. Inoltre, la maggior parte delle piattaforme di email marketing – come Mailchimp, ConvertKit, e Klaviyo – hanno anche i loro moduli di iscrizione integrati che è possibile incorporare sul tuo sito web.

Cleverly

cleverly b2b lead generation tool

“Dipende molto dal tuo settore/verticale di riferimento, ma uno strumento davvero efficace è Cleverly”, dice Chris Wilks di BrandExtract. “È uno strumento che automatizza il tuo outreach su LinkedIn, quindi essenzialmente prende il posto dell’assunzione di un venditore junior. L’unico avvertimento è che richiede un abbonamento a LinkedIn Sales Navigator”.

Octopus

Octopus Deployment

“Il nostro strumento preferito di lead generation è Octopus, che serve come strumento di automazione per LinkedIn”, dice Craig Smith di Trinity.one. “Automatizza i compiti noiosi di connessione e comunicazione e permette questo su scala con un marketer data la capacità di coltivare i contatti all’interno dell’ecosistema LinkedIn. Attualmente utilizziamo i seguenti strumenti di lead generation.”

Lead Forensics

Lead forensics

“Personalmente preferisco Lead Forensics rispetto ad altri strumenti di lead generation B2B perché a volte possono non sapere da dove proviene il traffico, e quando una persona non conosce la provenienza dei consumatori non è in grado di specificare l’annuncio mirato a loro”, dice Catriona Jasica di Top Vouchers Code. “Con Lead Forensics, problemi come questo non si verificano perché ha tutto ciò di cui una persona ha bisogno per analizzare i dati per creare un annuncio perfetto”.

Outfunnel

“Recentemente, ho scoperto Outfunnel che offre un’automazione leggera delle email di lead nurturing che è strettamente integrata con il tuo CRM”, dice Johannes Kanter di GettingGrowth. “La sua funzionalità è di base ma solida, ma la sua integrazione di sincronizzazione dei dati è davvero la migliore della categoria”.

Outfunnel

ReachStream

ReachStream lead generation software

Lauren Reilly di SuitUp spiega come ReachStream ha aiutato l’azienda a generare più lead B2B: “Stavamo cercando di ottenere una lista di contatti affidabili per portare avanti i nostri obiettivi commerciali. Dopo aver contattato ReachStream, siamo stati in grado di acquisire un elenco specifico, verificato e aggiornato di contatti che ci ha aiutato ad aumentare la nostra portata come organizzazione.”

“Siamo rimasti davvero colpiti dai risultati della nostra campagna di email marketing dopo aver iniziato a utilizzare Reach Stream”, dice Kenneth Walton di Data Collaboration Service.

Mentre questi strumenti di generazione di lead B2B possono aiutare a generare più lead, non sostituiscono una strategia di generazione di lead. È sempre meglio creare prima la tua strategia e poi sfruttare gli strumenti per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.