Quando si parla di portata dei social media, Facebook è sempre la prima piattaforma a venire fuori nella conversazione. È interessante notare che è anche la prima piattaforma a venire fuori quando si parla del declino della portata organica sui social media.

Che dire della portata su piattaforme come Twitter e LinkedIn?

Ovunque si guardi, la portata organica sta crollando. Oggi vedremo perché e cosa puoi fare per cambiare la situazione.

Per le piccole imprese, non è sempre ragionevole pagare per il marketing sui social media. Per altri, si tratta di bilanciare la portata pagata con quella organica.

Oggi, ti aiuterò a trovare quell’equilibrio e a massimizzare il tuo potenziale sui social media.

Tutto sui soldi? Perché la portata organica dei social media è crollata

Prima di poter combattere la caduta della portata organica su piattaforme come Facebook, devi capire perché è successo. Dopotutto, non si può rimediare senza capire come si è rotto.

La prima cosa che la maggior parte delle persone vi dirà è che Facebook, Twitter e LinkedIn vogliono solo fare soldi.

Beh, sì, sono un business. Come tutti sappiamo, un business deve fare soldi in qualche modo.

Ma non si tratta solo di soldi.

L’utente di Reddit Brian Cristiano ha scritto un eccellente post in cui ha spiegato le complesse motivazioni dietro questo cambiamento.

Mentre ha affrontato il punto principale su Facebook che spinge la propria pubblicità a pagamento, ha anche spiegato che questo cambiamento è più in linea con la visione di Mark Zuckerberg per la piattaforma. In breve, vuole “coinvolgere gli utenti sulla piattaforma”

Facebook (e ogni altra piattaforma di social media) vuole mostrare agli utenti solo i contenuti che sono più coinvolgenti, e lasciar cadere tutto il resto. Conosciuto come l’algoritmo News Feed, fa venire in mente un altro algoritmo particolare. Sì, avete indovinato:

Gli algoritmi dei social media rispecchiano quelli di Google.

I social media stanno adottando la propria forma di SEO in un modo che promuove un’esperienza utente positiva. Il modo in cui questo algoritmo funziona è quello di mettere i vostri post in un bacino piccolo come l’uno per cento dei vostri seguaci. Se queste persone si impegnano con il contenuto, allora viene introdotto in un pool più grande. Lentamente ma inesorabilmente, sempre più persone lo vedono, ma solo se è coinvolgente.

Questa è un’informazione enorme, ma non ti aiuta perché non sai cosa Facebook e i social media considerano coinvolgente.

I dieci consigli di oggi copriranno diverse piattaforme e ti aiuteranno a definire cosa significa creare contenuti condivisibili con cui le persone si impegneranno, e alla fine ti aiuteranno a diffonderli sulle tue piattaforme di scelta.

Hai bisogno di più aiuto sui social media? Costruisci una strategia in una settimana con il nostro corso gratuito via email.

10 modi per aumentare la tua portata organica sui social media

Focalizza i tuoi sforzi nei posti giusti

La maggior parte delle aziende presumono di dover essere presenti su tutto, da Facebook a Pinterest, ma non è necessariamente così.

Il tuo pubblico potrebbe non essere presente su ogni piattaforma di social media, quindi perché sprecare energie? Scegliere su quale rete concentrarsi è più facile di quanto si pensi.

Ecco alcuni modi rapidi per aiutarvi a decidere quale piattaforma è degna del vostro tempo:

Chiedete semplicemente

Il modo migliore per ottenere informazioni accurate sul vostro pubblico è semplicemente chiedere loro. Prova a usare un sondaggio, inseriscilo in una e-mail, o anche fai una telefonata veloce ad alcuni dei tuoi migliori clienti per vedere come stanno andando. Mentre ti aggiorni, chiedi loro quali piattaforme sociali usano per lavoro e per scopi personali.

Guarda i tuoi share counts

Se hai un blog, allora dovresti già usare i pulsanti di condivisione. Molti di questi strumenti forniscono analisi che mostrano chi sta condividendo i tuoi contenuti e, cosa più importante, dove li stanno condividendo. Segui questi numeri per capire su quali piattaforme concentrarti.

Cerca i tuoi concorrenti

Infine, dai un’occhiata ai tuoi concorrenti. Dove stanno postando gli altri nel tuo settore? Se non li vedi da nessuna parte sulla piattaforma, è probabile che non dovresti esserci nemmeno tu.

Ottimizza i tuoi profili sui social media

Prima ho fatto un collegamento tra gli algoritmi dei social media e quelli utilizzati dai motori di ricerca come Google. Quando creiamo contenuti per quei motori, li ottimizziamo con tutti i tipi di tattiche SEO on-page.

Ebbene, si scopre che i social media sono allo stesso modo.

Ogni aspetto del tuo profilo sui social media può essere modificato per una migliore visibilità e ottimizzazione. Se vuoi essere una rockstar dei social media, devi conoscere i pro e i contro di questi elementi.

Molte delle tattiche che conosci e ami funzionano anche qui:

  • Un nome utente facile da ricordare
  • Una foto riconoscibile/logo del marchio
  • Descrizioni ricche di parole chiave (che suonino comunque naturali)
  • Un link tracciabile che rimandi al tuo sito web

Quando pubblichi, usa questi stessi fattori per decidere quali immagini usare, quali parole chiave includere e come formulare la call-to-action. Questo vale per tutte le piattaforme di social media.

Posta contenuti evergreen

“Creare contenuti evergreen” è una di quelle cose che è più facile dire che fare. Un tipico post sui social media, specialmente su giganti come Twitter o Facebook, può avere una durata di vita molto varia.

Questi post devono anche essere coinvolgenti. Potresti lavorare in un settore noioso o arido, ma puoi comunque trovare un modo per far risaltare i tuoi post nonostante l’argomento.

La linea di fondo è questa:

Non pubblicare contenuti con una data di scadenza.

Considera la soluzione di problemi comuni e persistenti nel tuo settore. Ancora meglio, cerca di pubblicare qualcosa di educativo e divertente. Umorismo, shock o stupore sono grandi emozioni a cui mirare con contenuti evergreen.

Le persone condivideranno sempre più post positivi che negativi.

Lavora in modo più intelligente, non più duro

Facebook stesso ha detto che l’utente medio è sottoposto a oltre 1.500 storie al giorno. Per aumentare il coinvolgimento, il news feed mostra solo circa 300 di queste – quelle che sono più rilevanti per l’utente.

Con questa conoscenza in mano, ora sappiamo che postare di più non è la risposta.

No, invece abbiamo bisogno di concentrarci sulla pubblicazione di contenuti rilevanti e di alta qualità. In questo caso, è letteralmente la qualità sulla quantità. Postare meno con una qualità più alta aumenterà la portata organica più che spammare la tua pagina con tutto ciò su cui puoi mettere le mani.

Anche se non c’è una scienza esatta per questo, il blog Buffer suggerisce di postare due volte al giorno. Ricorda sempre che il tuo business è unico, quindi non aver paura di sperimentare diverse frequenze.

Utilizza il targeting per massimizzare il potenziale organico

Questa tattica varia da piattaforma a piattaforma, ma modificare le impostazioni dei tuoi post per indirizzare membri specifici del tuo pubblico può darti una spinta nel potenziale organico. Per Facebook, è possibile utilizzare il targeting dei post organici per modificare chi li vedrà.

Ci sono otto opzioni su Facebook che puoi usare:

  • Gender
  • Relazione
  • Stato
  • Livello di istruzione
  • Età
  • Luogo
  • Lingua
  • Interessi
  • Data di fine post

Lo stesso tipo di opzioni sono disponibili su Twitter. Per esempio, con il loro uso degli hashtag, che ti permettono di categorizzare i tuoi post. Cogli ogni opportunità che puoi per indirizzare meglio il tuo pubblico in modo che le persone giuste vedano i tuoi post.

Pubblica durante le ore lente

Un’altra idea sbagliata è che dovresti pubblicare quando tutti sono online, ma questo è solo per gettare il tuo contenuto nell’uragano di post che la gente sta vedendo. Se aspettate fino alle ore non di punta per postare, è meno probabile che veniate annegati in tutto il rumore.

Guardando i dati della ricerca, questi sono generalmente gli orari migliori per pubblicare:

  • Facebook – (giovedì/venerdì) tra le 13 e le 15
  • Twitter – (giorni feriali) tra le 12 e le 18
  • LinkedIn – (martedì – giovedì) tra le 7 e le 17 e le 18

Naturalmente, dovresti esaminare i dati del tuo pubblico, se puoi.

Pubblica i tipi giusti di contenuto

Un interessante studio fatto da Socialbakers ha rivelato che certi tipi di contenuto possono darti un’enorme spinta nella portata organica.

I risultati del loro studio hanno mostrato che i video hanno la più alta portata organica su Facebook con un margine di quasi il 3%, che è enorme dato che la portata organica media è scesa all’1% o meno.

Guarda questo confronto dal loro studio:

Ovviamente, non dovresti dare per scontato che i video funzionino anche per te, ma ti dice che probabilmente vuoi sperimentarli.

Non solo dovresti variare il mix di immagini, aggiornamenti di stato, link e video che pubblichi, ma anche usare strumenti come Facebook Insights per monitorare i tuoi post e vedere quali tipi stanno funzionando meglio.

Promuovi i tuoi profili ovunque

Ogni luogo in cui la tua azienda è presente dovrebbe mostrare le tue piattaforme di social media. Sul tuo sito web, la tua vetrina, i tuoi biglietti da visita, la firma sulle tue e-mail, ovunque tu possa pensare.
Dovresti anche considerare l’aggiunta di pulsanti di follow sul tuo sito web in modo che gli utenti possano immediatamente seguire o “mi piace” la tua pagina, senza dover lasciare il blog o il sito web della tua azienda.

Non dimenticare che puoi anche promuovere in modo incrociato i tuoi profili sui social media. Trasforma i tuoi like su Facebook in follower su Twitter e viceversa. Vuoi che la tua presenza sia conosciuta ovunque, il che farà crescere immensamente la tua portata organica.

Pubblica il giusto equilibrio di contenuti promozionali/utili

Questo è difficile, perché vuoi immediatamente promuovere il tuo prodotto o servizio sui social media. Ma non puoi sempre pensare a te stesso quando si tratta di queste cose.

Gli utenti si aspettano di trovare contenuti utili anche per loro.

Condividere contenuti di valore (guide, articoli, nuovi post, ecc.) aumenta la fiducia degli utenti nel tuo marchio. Ti conoscono come un’autorità nel settore e quindi si fidano di te quando consigli un prodotto o un servizio.

La regola da padroneggiare qui è l’equilibrio 80/20. L’ottanta per cento del tuo contenuto dovrebbe essere utile e utile, mentre il 20% può promuovere il tuo marchio o i suoi prodotti. Quell’ottanta per cento porterà nuovi seguaci e costruirà la fiducia, poi vedranno il venti per cento e compreranno quello che stai vendendo.

Non dimenticare che questa varietà dovrebbe anche includere un mix di video, immagini e altri tipi di contenuti coinvolgenti.

Interagisci con i tuoi follower e coinvolgili

Il raggiungimento dei social media non è mai stato così facile come quando le persone vengono direttamente sulla tua pagina.

Se ti impegni correttamente con le persone e rispondi ai loro commenti, ti costruirai una grande reputazione che si diffonderà. Le persone cercheranno i tuoi post perché saranno genuinamente interessate a ciò che stai facendo.

Costruire questo tipo di legame è importante per tutti gli aspetti del tuo business, ma può creare un effetto virale per la tua portata organica. Il passaparola si diffonderà su nuovi membri del vostro pubblico che a loro volta verranno a vedere ciò che la vostra azienda ha da offrire.

Pensieri finali

Il segreto della portata organica dei social media è lo stesso del segreto del buon posizionamento sui motori di ricerca. È tutta una questione di ottimizzazione, esperienza utente e contenuti di alta qualità. Se iniziate a pensare ai vostri sforzi sui social media nello stesso modo in cui pensate al vostro lavoro di SEO, vedrete i pezzi cadere al loro posto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.